• giu

    25

    2017
  • 576
Promesse che rispecchiano il servizio idrico

Promesse che rispecchiano il servizio idrico

“Si profila l’incubo siccità”, così titolano alcune importanti testate giornalistiche territoriali eppure il PD, a tutti i livelli, rivendica la bontà del suo operato promettendo l’imminente soluzione a tutti i problemi idrici che attanagliano Reggio da oltre 20 anni!

 

Proclami dopo proclami i partiti politici che hanno governato la Città e la Regione in questi decenni non ammettono minimamente la loro inadeguatezza nella gestione del grave problema che pesa sui cittadini a tutti i livelli, dal residenziale al sanitario passando dal commerciale e finendo sul disagiato turista.

E così il 22 Giugno si sono riuniti al Consiglio Regionale i vertici del PD per indottrinare gli uditori sull’ annoso argomento ma ciò che ne è venuto fuori è sconcertante(per chi non se ne fosse ancora accorto): “si profila l’incubo siccità” e la Sorical, azienda in liquidazione che eroga il servizio idrico al Comune, fornisce dati “drammatici” sulla situazione del servizio mentre il dirigente del settore lavori pubblici auspica che con le elezioni di settembre si possa dar vita ad un nuovo soggetto gestore che possa incassare direttamente dai contribuenti bypassando così la competenza comunale.

 

Il Meetup Reggio 5 Stelle, attivo sulla problematica, ha seguito l’evento constatando il modus recidivus del politico di turno. Una tattica consolidata nel tempo quella di far riemergere un problema stantìo, condirlo con una “emergenza imminente” e proclamare soluzioni imminenti e altisonanti.

Le copiose perdite d’acqua rispecchiano le ingenti perdite economiche che la pluriennale cattiva gestione ha addebitato sulle spalle degli onesti cittadini che pagano a malincuore uno pseudo-servizio che ha avvantaggiato solamente gli abusivi e i fornitori del Comune.

Ammettono candidamente, gli addetti ai lavori seduti al tavolo dell’Autorità Idrica, che “i pozzi stanno avendo un abbattimento delle falde” e ancora “in Calabria il servizio idrico registra una evasione del 50% con punte del 70%”.

Gli attivisti del Meetup Reggio 5 Stelle non stanno al gioco, “non è possibile caricare il costo del 70% di evasione al 30% degli onesti”; si parla tanto di lotta alla illegalità, ma concretamente quali sono i fatti? Dove sono le denunce alla procura per gli allacci abusivi?

GIi stessi portavoce dell’Autorità Idrica non si spiegano le motivazioni per cui dal 2010 sono stati fermati gli investimenti per la diga del Menta e dell’Esaro, evidentemente, aggiungono gli attivisti a 5 stelle, i fondi per i servizi primari vengono dirottati nei bacini di voto a discapito di intere comunità che rischiano, a causa della siccità, gravi danni di ordine sanitario ma anche finanziario in quanto non riescono a far partire una economia che dovrebbe sostenersi con il turismo.

Non solo la carenza del prezioso liquido ma anche la mancanza di una seria ed organica programmazione del sistema depurativo regionale, fanno sì che in Calabria tutto sia gestito sempre in forma”straordinaria”; nel frattempo si continua ad attentare alla

salute dei calabresi, si compromette il turismo e continuiamo ad essere sanzionati dall'UE per la violazione delle Direttive comunitarie.

 

In tutto questo si percepisce chiaramente un abbandono e una assenza delle istituzioni come lo è stata quella del Presidente Oliverio che probabilmente non riteneva opportuno aggiungere altro in conferenza.

 

Fa eco ai compagni di partito il Sindaco Metropolitano che noncurante del proclama datato esattamente un anno fa, quando affermava “ci siamo: finalmente arriva l’acqua a Reggio Calabria, sarà l’ultima estate con problemi”, oggi ritratta “non sarà risolta quest’anno l’emergenza ma di certo, speriamo, non passerà molto tempo” ed ancora “i lavori sulla Diga del Menta stanno proseguendo, noi intanto monitoriamo la situazione”.

 

Agli attivisti del Meetup Reggio 5 stelle è ben chiara la situazione: è in preparazione un Dossier che fa luce su quanto sta realmente accadendo al servizio idrico e a breve saranno in città gli On.li Laura Ferrara e Paolo Parentela organizzatori del Tour a 5 Stelle denominato #Acquaraggia. Durante il “Depuration Day”sarà possibile conoscere nel dettaglio lo stato della depurazione delle acque in Calabria ma soprattutto concretizzare una seria proposta politica, ovvero porre fine a questo quadro di “ordinaria disorganizzazione” nella gestione del sistema depurativo regionale, individuando un decalogo di interventi attraverso cui arrivare finalmente ad una ottimale depurazione delle acque reflue.

 

Concludono gli attivisti, lanciando un appello ai cittadini di Reggio: attivatevi e partecipate al nostro fianco per rilanciare il nostro territorio e la nostra cultura evitando così l’ emigrazione dei nostri figli e delle nostre migliori menti.

PHOTOGALLERY

SOSTIENICI

Fai una donazione rapida e sicura con Paypal per supportarci. Qualunque sia l'importo, verrà destinato in maniera trasparente a sostenere le nostre iniziative.

Ultimi articoli
Categorie
Archivi
Tag