• apr

    10

    2017
  • 377

MeetUp RC 5 Stelle: “Dopo la consulenza alla moglie, Delfino incompatibile eticamente e politicamente come presidente”


«Demetrio Delfino si dimetta subito». Questo l’appello che il MeetUp Reggio Cinque Stelle rivolge al presidente del Consiglio Comunale. Ma qual è il motivo che spinge i militanti pentastellati a puntare il dito contro il presidente dell’assemblea di Palazzo San Giorgio? «Tra i beneficiari di un rapporto di consulenza con l’organismo in house della Regione Calabria “Formez Pa” c’è anche Irene Smorto. A molti questo nome non dirà molto, ma ad alcuni sì: la signora è la moglie proprio di Demetrio Delfino» spiegano i simpatizzanti del Movimento Cinque Stelle in una nota. «Non è concepibile che il presidente del civico consesso reggino abbia approfittato del suo ruolo istituzionale e partitico per creare questa opportunità lavorativa alla propria consorte. Una precisazione è doverosa: nulla contro la signora Smorto in Delfino, né dal punto di vista personale che professionale – si legge – rispettabilissima, però a noi, come a migliaia di giovani e meno giovani che a Reggio, in Calabria e in Italia, altrettanto preparati e con esperienze e titoli come quelli che sicuramente avrà la signora, ma senza lavoro o con un lavoro precario e sottopagato, dà fastidio come opportunità di questo genere siano spesso date solo a chi è interno ai partiti o a chi gravità intorno ad essi, come dimostra l’infornata di incarichi e consulenze che la Regione ha assegnato a figure vicine al Partito Democratico come la signora». Da qui, l’affondo contro lo stesso presidente del Consiglio Comunale: «Delfino ha sfruttato il suo status istituzionale e partitico e lo stesso colore politico fra Comune e Regione, quello Pd, per piazzare sua moglie. Un comportamento, questo dell’occupante dello scranno più alto di Palazzo San Giorgio, incompatibile eticamente e politicamente con il suo ruolo, poiché massimo esponente di un’assemblea che dovrebbe rappresentare al meglio i reggini e poiché figura di garanzia istituzionale. Insomma, Delfino non ha più le caratteristiche etiche e politiche per dirigere quel civico consesso che rappresenta una comunità che avverte ogni giorno sulla propria pelle la criticità dell’assenza di lavoro o della presenza di un lavoro poco pagato e tanto incerto». «Nulla di nuovo. Né in Calabria, né nel resto d’Italia. Certa politica, di centrodestra e centrosinistra, approfitta della sua presenza dentro le istituzioni per fare ciò che vuole, sia personalmente che partiticamente. Siamo solo noi che ci indigniamo e denunciamo. E continueremo sempre più a farlo. Anche per rispetto dei tanti che ambiscono ad una dignità ed ad una tranquillità occupazionale lontana per molte persone che hanno solo la sfortuna di non essere vicine ad un presidente di un consiglio comunale o ad un esponente del Pd» è la conclusione del comunicato del MeetUp Reggio Cinque Stelle.


SOSTIENICI

Fai una donazione rapida e sicura con Paypal per supportarci. Qualunque sia l'importo, verrà destinato in maniera trasparente a sostenere le nostre iniziative.

Ultimi articoli
Categorie
Archivi
Tag