• ott

    13

    2016
  • 198

M5S: "Più che di una spallata si può parlare di... scrollatina"

«La spallata, o meglio la scrolla­tina considerati i numeri irriso­ri, che la destra reggina ha volu­to dare all'amministrazione Falcomatà non è altro che un gioco delle parti necessario per nascondere una sostanziale co­munanza di idee, interi pro­grammi, di calderoni partitici diversi per bandiera, ma analo­ghi in logica e referenti». 

Il Meet up di Reggio 5 Stelle boccia la manifestazione che la destra reggina ha voluto pro­muovere contro l'Amministra­zione comunale: «Sarebbe ridi­colo- sostengono i pentastella­ti -, se non fosse tragico che un centrodestra dotato di scarsa memoria riguardo i guasti pro­vocati da dieci anni di scopelliti­smo, in grado di condurre la cit­tà sull'orlo del default e poi allo scioglimento per mafia, si scagli contro chi per un decennio ha permesso al medesimo centro­destra di agire indisturbato». 

Gli attivisti del Meetup sotto­lineano «l'incapacità dell'am­ministrazione Falcomatà di tirare fuori la città dalle secche cui le precedenti amministra­zioni di centrodestra J'hanno consegnata, perché-uguali sono i programmi e gli interessi, e in più di qualche caso uguali sono anche gli uomini che li portano avanti». 

A dimostrarlo, ricordano gli attivisti, «non è semplicemente l'ipocrita melina fatta dal cen­trodestra sul bilancio, contesta­to nelle dichiarazioni pubbliche ma fatto passare grazie ad una furba uscita dall'aula, ma è l'e­vidente linea di continuità fra vecchia e nuova amministra­zione nella gestione delle que­stioni chiave della città. Centro­destra e centrosinistra si sono  avvicendati nella creazione e gestione di società in house poi sciolte per mafia, e insieme le hanno ricreate, perpetuando quella commistione pubbli­co - privato che ha fornito per de­cenni un regolare afflusso di de­naro alla 'ndrangheta,. Si sono avvicendati nell'inerzia di fron­te alla gestione fallimentare dell'aeroporto cittadino e, no­nostante le pubbliche lacrime di coccodrillo, ins1eme ne stan­no ufficializzando la morte per­ché incapaci di immaginare un progetto di rilancio e di individuare un management all'al­tezza».  Il Meet up reggino conclude: «Oggi come ieri assistiamo ad assegnazioni interessate, gretti artifici contabili, sostanziale in­differenza nei confronti delle periferie, disservizi e sprechi. La ragione è una ed è semplice, come del resto dimostra il go­verno Renzi, nonostante le di­verse bandiere non c'è alcuna differenza sibile fra centro-destra e centro-sinistra"


FONTE QUOTIDIANO ALLEGATO

SOSTIENICI

Fai una donazione rapida e sicura con Paypal per supportarci. Qualunque sia l'importo, verrà destinato in maniera trasparente a sostenere le nostre iniziative.

Ultimi articoli
Categorie
Archivi
Tag