• lug

    03

    2017
  • 230

Crisi Idrica Il Meetup Reggio 5 Stelle Bacchetta il PD, e lancia il Dossier #ACQUARAGGIA

Crisi idrica, il MeetUp Reggio Cinque Stelle bacchetta il Pd reggino e calabrese e lancia il dossier “#Acquaraggia”
 
«Il Partito democratico locale e calabrese, come i suoi predecessori politici negli ultimi 20 anni a Reggio e in Calabria, asseta i cittadini. Materialmente, viste le frequenti e croniche criticità idriche irrisolte presenti in città, e simbolicamente, considerata la conseguente sete di buona amministrazione lasciata insoddisfatta. Una vergognosa sete che sta sempre più esasperando i reggini e i calabresi». Il MeetUp Reggio Cinque Stelle bacchetta i democrat sull’atavica crisi idrica vissuta in riva allo Stretto. Ed esortando i cittadini a sostenere la battaglia pentastellata in materia, annuncia l'uscita di un apposito dossier e la prossima tappa reggina del tour “#Acquaraggia” organizzato dall’eurodeputata Laura Ferrara e dal deputato Paolo Parentela, iniziativa alla quale si affiancherà l’analogo “Depuration Day” sul sistema di gestione regionale delle acque reflue.
 
«Sulle testate locali è stato evocato un “incubo siccità”, sebbene il Pd rivendichi la bontà del suo operato promettendo l’imminente soluzione ai problemi idrici che attanagliano Reggio da oltre 20 anni. Proclami dopo proclami, i partiti che hanno governato Comune e Regione non ammettono la loro inadeguatezza, dimostrata da un fenomeno che pesa sui cittadini a livello residenziale, sanitario e commerciale e che tocca anche i turisti. Constatiamo la consolidata tattica dei politici di far riemergere un problema, parlare di “emergenza” e proclamare soluzioni altisonanti. Le copiose perdite d’acqua rispecchiano quelle ingenti economiche che la pluriennale cattiva gestione ha addebitato agli onesti cittadini che pagano uno pseudo servizio che ha avvantaggiato fornitori del Comune ed abusivi» affermano i pentastellati.
 
«Il 22 giugno a Palazzo Campanella, in un incontro sulla condizione idrica, sono venuti fuori elementi preoccupanti. Nonostante gli slogan democrat, la Sorical, azienda in liquidazione che eroga il servizio idrico al Comune, ha fornito dati drammatici, il dirigente del Settore lavori pubblici ha auspicato un nuovo soggetto gestore che possa incassare direttamente dai contribuenti bypassando la competenza comunale, altri addetti hanno candidamente ammesso che “i pozzi stanno avendo un abbattimento delle falde” e che “in Calabria il servizio idrico registra una evasione del 50% con punte del 70%”. E gli stessi non si spiegano le motivazioni per cui dal 2010 sono fermi gli investimenti per le dighe del Menta e dell’Esaro» proseguono.
 
«I fondi per i servizi primari vengono dirottati nei bacini di voto a discapito di intere comunità. Si parla tanto di lotta all’illegalità, ma di denunce alla Procura per gli allacci abusivi non se ne vedono. I sistemi idrico e depurativo calabresi, anche per la mancanza di una seria ed organica programmazione, sono gestiti in forma straordinaria. E, mentre si continua ad attentare alla salute e all’economia, spesso la Calabria è sanzionata dall'UE per violazioni nel settore» aggiungono.
 
«Il sindaco metropolitano Falcomatà, noncurante del suo “Ci siamo: finalmente arriva l’acqua a Reggio, sarà l’ultima estate con problemi” di un anno fa, oggi ritratta con un “Quest’anno non sarà risolta l’emergenza, ma di certo, speriamo, non passerà molto tempo” e un “I lavori sulla diga del Menta stanno proseguendo, intanto monitoriamo la situazione”. A noi è ben chiara la situazione. Da tempo ci stiamo battendo e prossimamente metteremo in campo diverse iniziative. Dunque, invitiamo i reggini e i calabresi ad attivarsi e partecipare al nostro fianco» è la conclusione del MeetUp Reggio Cinque Stelle.

SOSTIENICI

Fai una donazione rapida e sicura con Paypal per supportarci. Qualunque sia l'importo, verrà destinato in maniera trasparente a sostenere le nostre iniziative.

Ultimi articoli
Categorie
Archivi
Tag