• ott

    24

    2018
  • 1851
AttiViamoci - Sabato 27 Ottobre: Sit-in Ospedale Riuniti: Giustizia per Flavio

AttiViamoci - Sabato 27 Ottobre: Sit-in Ospedale Riuniti: Giustizia per Flavio

Il 21 Ottobre è andato in onda ll servizio delle Iene

A Reggio Calabria Nina Palmieri ha indagato sul caso del medico Saverio Cipri e del piccolo Flavio, caduto da una giostra, che poteva essere salvato.

Saverio Cipri, neurochirurgo dell’ospedale di Reggio Calabria, è stato condannato per omicidio colposo del bambino Flavio Scutellà, una tragedia avvenuta undici anni fa. Il medico non ha fatto un solo giorno in carcere e non ha avuto neppure un solo giorno di sospensione. 

Tutto comincia perché Flavio sbatte la testa mentre gioca su una giostra. Arriva l’ambulanza che lo porta nell’ospedale più vicino, che però non ha il reparto di neurochirurgia. Partono una serie di chiamate agli ospedali della zona, ma il neurochirurgo Cipri di Reggio Calabria rifiuta il posto, dicendo che la struttura è piena.

Una tragedia che ci ha colpito profondamente e, consapevoli che altre storie come questa non vengono denunciate o peggio, vengono silenziate dalla cerchia di protezione, abbiamo deciso di protestare pubblicamente contro questo sistema corrotto e ingiusto.

Non dobbiamo pensare che i problemi sono sempre degli altri perchè non ci toccano, un medico che è stato condannato continua indisturbato ad esercitare la professione, pagato dai contribuenti.
La cittadinanza tutta è invitata a partecipare per dimostrare vicinanza ai genitori di Flavio ma anche per dimostrare che non accettiamo più queste aberrazioni che neanche la cassazione riesce a fermare.

La trasmissione "Le Iene" di domenica relativa alla morte del giovane conterraneo Flavio, avvenuta nel 2007, ha dimostrato che a distanza di undici anni da quel triste evento l'Azienda ospedaliera di Reggio Calabria non ha mai sanzionato il medico responsabile ne' provveduto a risarcire la famiglia nonostante la specifica sentenza emessa dalla Corte di Cassazione nel 2015. 

Il Meetup di Reggio Calabria, da più parti sollecitato, ha deciso di manifestare avverso questa ingiustizia.

Saranno interessati tutti i portavoce calabresi affinché si attivino in sede governativa per porre riparo a questa vergogna. 

E' inammissibile che un medico già condannato continui indisturbato ad esercitare la professione, pagato dai contribuenti e che chi di competenza non  abbia provveduto entro i termini previsti a procedere al provvedimento  disciplinare.

Appuntamento sabato 27 Ottobre ore 10 presso l'ospedale Riuniti di Reggio Calabria (ingresso ospedale vecchio).

Passate parola e coinvolgete amici e parenti perché a nessun bambino venga mai più negato il diritto alla VITA!


PHOTOGALLERY

SOSTIENICI

Fai una donazione rapida e sicura con Paypal per supportarci. Qualunque sia l'importo, verrà destinato in maniera trasparente a sostenere le nostre iniziative.

Ultimi articoli
Categorie
Archivi
Tag